The Fashion Interview: Gaetano Perrone

Home Page // Interview // The Fashion Interview: Gaetano Perrone

scritto da | on Interview | 39 comments

Hello beauties
as you already know I like making little interviews to my favourite personalities in the fashion world and I’m also a shoes lover so when I had the chance to post an interview with a very talented shoe designer thanks to Lacrom, my fave online shop ever, I was so thrilled!
Lacrom is a fabulous shop where you can find loads of new designers focused on accessories ( here my interview to Valentina Ingellis, Lacrom CEO ) and one of them is my beloved Gaetano Perrone, who makes breathtaking and unbelivable shoes.
I’m very pleased to introduce you to Gaetano and his larger than life genius.

1. Where was born Gaetano Perrone?
I was born in Castrovillari, province of Cosenza, in Calabria.

2. Where did you grow Gaetano?
Where I was born, I moved to 18 years.

3. Which were your formative experiences
I studied at the Language School and then I did the IED in Rome and Milan.
As for the work instead I did several internships and so many collaborations, including those with Antonio Berardi, Emanuel Ungaro, Sergio Rossi, Alexander McQueen, Dior, Kenzo, Ferragamo …

4. Which was your professional turning point?
The meeting with Antonio Berardi, under his instigation I started designing shoes.

5. The human one instead?
Many human ones… every time I changed my city, job, made new friends: every change was a turning point and I always had the good fortune to meet unique people.

6. How is Gaetano in the role of designer?
Determined, creative, professional … but a little messed up.

7. Which are the strengths points of your collections?
The femininity, the use of color, the obsession for perfection of lines and small details.

8. There was a time when you thought you would not make it?
Very often, cyclically, with each new challenge: the experience and professionalism are never sufficient to ensure the success of a project, and you have to continually question their own and take risks.

9. Where do you get inspiration for your creations?
The music, the movies, the books, the past, nature, people … We are under constant stress, it is difficult not to absorb what surrounds us, and changes us in some way … and influences everything we do .

10. Which are the designers you admire?
Many of the past: Andre Perugia, Roger Vivier, Salvatore Ferragamo, Elsa Schiaparelli, Madeleine Vionnet, Cristobal Balenciaga … One of our times is definetely Azzedine Alaia.

11. A model to follow?
For all that has managed to achieve in recent years, and how he did it, Christian Louboutin

12. Tell us something about your future projects.
The biggest project is to continue with my line of shoes, make a line of leather goods and be able to deploy them in the world … Also one of my project is to open my own shops.
Then live in the south, near the sea.

13. Your slogan

More than a slogan is a slogan that sums up a philosophy of life, “only to death there is no remedy” or there is a solution to everything, no problem is insurmountable … except death … obviously. I’m an optimist!

A genuine South man, Gaetano is the man to count on because the Carrie of next years will wear Perrone on their feet!
Gaetano Perrone shoes are available at Lacrom here !
Bisous
yours Carolyne O’



Ciao dolcezze
come già ben sapete amo fare piccole interviste alle mie personalità preferite del mondo della moda e sono anche una grande amante delle scarpe quindi quando mi è stata concessa la possibilità di postare, grazie a Lacrom, il mio negozio online preferito, un’intervista a un designer di gran talento, ero super elettrizzata!
Lacrom è uno straordinario shop online ( qui la mia intervista alla CEO di Lacrom, Valentina Ingellis ) dove potrete trovare numerosi designers emergenti, focalizzati soprattutto su accessori, e uno di questi è appunto il mio amato Gaetano Perrone, che crea scarpe da incredibile e da togliere il fiato.
Sono molto felice ora di introdurvi a Gaetano e al suo genio incontrastato.


1. Dove nasce Gaetano Perrone?
Nasco a Castrovillari, provincia di Cosenza, in Calabria.  

2. Dove sei cresciuto Gaetano?
Dove sono nato, mi sono spostato a 18 anni.

3. Quali sono state le tue esperienze formative
Ho studiato al Liceo Linguistico e successivamente ho fatto lo IED a Roma e Milano. 
Per quanto riguarda il lavoro invece ho fatto diversi stage e poi tante collaborazioni, tra le quali quelle con Antonio Berardi, Emanuel Ungaro, Sergio Rossi, Alexander Mc Queen, Dior, Kenzo, Ferragamo…

4. Quando è avvenuta la tua svolta professionale?
L’incontro con Antonio Berardi: su sua istigazione ho iniziato a disegnare scarpe.

5. La svolta umana invece?
Tante svolte umane…ogni volta che ho cambiato città, lavoro, fatto nuove amicizie: ogni cambiamento ha rappresentato una svolta, ed ho sempre avuto la fortuna di incontrare persone uniche.

6. Come è Gaetano nel ruolo di designer?
Determinato, creativo, professionale…ma un pò incasinato.

7. I punti di forza delle tue collezioni quali sono?
La femminilità, l’uso del colore, l’ossessione per la perfezione delle linee e dei piccoli dettagli.   

8. C’è stato un momento in cui ha creduto di non farcela?
Molto spesso, ciclicamente, ad ogni nuova sfida: l’esperienza e la professionalità non sono mai sufficienti per garantire il successo di un progetto, e bisogna continuamente rimettersi in discussione e rischiare. 

9. Da dove trai ispirazione per le tue creazioni?
La musica, il cinema, i libri, il passato, la natura, le persone…Siamo sottoposti a sollecitazioni costanti, è difficile non assorbire ciò che ci circonda, ed in qualche modo ci cambia…e condiziona tutto ciò che facciamo. 

10. Quali sono i designers che ammiri?
Del passato tanti:  Andrè Perugia, Roger Vivier, Salvatore Ferragamo, Elsa schiapparelli, Madeleine Vionnet, Cristobal Balenciaga… Del presente pochi, uno su tutti  Azzedine Alaia.

11. Un modello da seguire su tutti quale è?
Per tutto ciò che è riuscito a realizzare negli ultimi anni, e per come lo ha fatto, Christian Louboutin   

12. Raccontaci qualcosa dei tuoi progetti futuri.
Il progetto più grande continuare con la mia linea di calzature, fare una linea di pelletteria, e riuscire a distribuirle nel mondo… e nel tempo aprire dei monomarca.
Poi vivere al sud, vicino al mare.

13. La tua parola d’ordine

Più che una parola d’ordine è un motto, che sintetizza una filosofia di vita : “solo alla morte non c’è rimedio” ovvero c’è una soluzione a tutto, nessun problema è insormontabile…tranne la morte…ovviamente. Di fondo sono un ottimista!

Un verace uomo del Sud, Gaetano è il designer su cui puntare perchè nei prossimi anni le novelle Carrie ai loro piedi indosseranno Perrone!
Tutte le scarpe di Gaetano Perrone sono disponibili su Lacrom a questo link!
Bisous
la vostra Carolyne O’


Tags: , , , ,

39 commenti

  1. Anonymous
  2. Anonymous

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi